Pensieri al volo

Volontarius ONLUS, Bolzano

21 gennaio 2017
di Luca De Marchi
0 commenti

Il sistema è sempre più esclusivo. Vedo persone sempre più stanche

Quest’anno l’inverno particolarmente freddo ha portato disagi in Italia e alle persone che le temperature rigide non possono sopportarle. Se tuttavia la maggior parte di noi si tiene coperta sotto cappotti e, la sera, trova pace sotto il tepore delle proprie coperte, ci sono tante persone, anche a Bolzano, che d’inverno rischiano di passare la notte sulla strada: e, quando le temperature scendono sotto lo zero, spesso non è sufficiente una coperta per sopravvivere.

Continua a leggere →

23 dicembre 2016
di Luca De Marchi
0 commenti

Le luci di Natale

Il Natale ogni anno comincia sempre prima. Le prime decorazioni e le prime luci compaiono già a novembre, quando non prima. Se da piccoli si rimane incantati da questo periodo dell’anno che ci riempie di sensazioni, da cresciuti è diverso. C’è chi lo critica, chi ne detesta il consumismo, chi a settembre ha già addobbato l’albero, chi lo sente passare troppo in fretta. Eppure nulla cambia nelle decorazioni esterne: siamo noi che siamo cambiati. E dell’infanzia resta il ricordo.

Continua a leggere →

20 dicembre 2016
di Redazione
0 commenti

«Facciamo mediazione con il territorio. Ma servono passi avanti»

Nel corso della mattinata del 19 dicembre il presidente dell’associazione Volontarius Claude Rotelli ha assicurato il sostegno di Volontarius nella gestione di situazioni di crisi, a partire dall’ottica di sviluppo di comunità che renda tutti partecipi e protagonisti.

Continua a leggere →

19 dicembre 2016
di Redazione
0 commenti

Le persone richiedenti protezione internazionale in Alto Adige

La festa di Natale organizzata stamattina a Maso Zeiler, struttura che ospita attualmente 8 famiglie richiedenti protezione internazionale, è stata per la Provincia di Bolzano un’occasione per restituire alla cittadinanza un bilancio delle attività svolte durante l’anno con le persone richiedenti protezione internazionale.

Continua a leggere →

16 dicembre 2016
di Redazione
0 commenti

Passione e dignità: make yourself…

Le attività artistico-manuali, che ci sforziamo di porre sempre al centro del nostro operare, aiutano a far emergere, senza alcuno sforzo, la propria personalità e favoriscono così l’introspezione e la consapevolezza. Quando costruiamo, disegniamo e progettiamo, non ci concentriamo su pensieri negativi, ma lasciamo scorrere i pensieri in un flusso creativo che ci dà sfogo e restituisce dignità.

Continua a leggere →

2 dicembre 2016
di Luca De Marchi
0 commenti

Alfabetizzazione? Un diritto

In un’ampia prospettiva lo spostamento di 65 milioni di persone ha determinato la fine di un’epoca e l’inizio di un’altra, con profondi cambiamenti sociali e culturali che ancora non conosciamo. Un incontro culturale, anche se in una prospettiva più ristretta, è stato quello che si è tenuto giovedì 1 dicembre quando abbiamo presentato, insieme al Centro Missionario Diocesano, un nuovo sussidio per l’alfabetizzazione. Un momento che ha incluso anche un dibattito sul metodo più efficace per insegnare la lingua alle persone provenienti da altri paesi.

Continua a leggere →

30 novembre 2016
di Redazione
0 commenti

Continuare a esserci. Per tutti

Arianna ha 27 anni, è una donna sicura di sé e ha un volto e una voce seri, ma lo sguardo che cerca in quello dell’altro delle risposte, delle conferme. Si commuove, mentre parla. Laureata in scienze naturali a Roma, vive a Bolzano da un paio d’anni, dove sta approfondendo le materie di sostegno naturale. È referente con Volontarius del servizio di assistenza umanitaria alla stazione di Bolzano, che da aprile 2015 offre assistenza alle persone in fuga dai propri paesi e in transito alla stazione di Bolzano con l’obiettivo di raggiungere paesi del nord.

Continua a leggere →

28 novembre 2016
di Redazione
0 commenti

Mi dicono: «Non voglio tornare a fare quella vita»

Gina è una donna di 36 anni e ha un volto e un tono di voce ottimisti. Nata in Colombia e cresciuta in “España”, è arrivata a Bolzano sette anni fa grazie al Servizio Volontario Europeo e attualmente studia Scienze dell’Educazione a Bressanone. È referente della fase di primo contatto all’interno del progetto Alba in Volontarius, nato nel 2003 e rivolto alle persone vittime di tratta e sfruttamento. Nonostante la paura di non spiegarsi sufficientemente bene, Gina non usa mezzi termini quando parla.

Continua a leggere →